Missing image

L’operatore allo sportello è un’esigenza del cliente e della categoria

missing-image-640x360

POSTE ITALIANE SPA


MARU SICILIA

 

MAT SICILIA


MARI SICILIA

P.C. FILIALI SICILIA LLSS

                                                                                                                                 

                                                                                                                                                                                       P.C. SEGRETERIA NAZIONALE SLP CISL ROMA

 

 

Oggetto: L’operatore allo sportello è un’esigenza del cliente e della categoria

 

La nostra Organizzazione Sindacale ha più volte ribadito che, da un periodo a questa parte, ci sono grosse difficoltà in Poste Italiane che riguardano la carenza di personale.

 

Ad oggi, i Lavoratori (dimenticati e, talvolta, sacrificati) sono rimasti da soli! E non soltanto “numericamente” … la condizione di abbandono adesso è diventata anche morale. Si continua a sperare su un aiuto che, sistematicamente, non arriva!

 

La carenza di personale e le troppe falle nel sistema, non fanno altro che scaricare le responsabilità (tantissime) sulle persone che lavorano ogni giorno sul campo, negli uffici, faccia a faccia con i clienti e con i numerosi inconvenienti che si presentano. Dall’altra parte, invece, diventa facile da dietro una scrivania impartire direttive, obiettivi finanziari, regolamentare la gestione delle ferie e attribuire i molteplici adempimenti gestionali. Peccato però che, in concreto, la realtà sia ben diversa da quella presentata nelle slides e nelle videoconferenze.

 

 I Lavoratori sono stanchi! Qui si sta tirando troppo la corda! Di fronte ai problemi tutti fanno spallucce e nessuno trova mai una soluzione. Soffrono i centri, soffrono gli uffici grandi e, ancor di più, gli uffici postali di dimensioni ridotte nei quali il Dup (promosso Responsabile di tutto e di tutti) diventa il “factotum della città” (sportellista, consulente, responsabile sicurezza, etc. etc).

 

Questo gioco è molto pericoloso, non esistono più le regole. Abbiamo bisogno di risposte concrete! I Lavoratori stanno chiedendo aiuto a gran voce, ma nessuno vuole sentire! Ci aspettavamo altre risorse in supporto di questa delicata situazione, ed invece vediamo soltanto piccole gocce, quasi niente. Il clima è di alta tensione e lo stress in cui si lavora non fa che peggiorare le cose. La squadra si sta sfaldando!

 

Ognuno pensa per sé, e nessun aiuto arriva dall’alto. Diventa complicato in queste condizioni pensare agli obiettivi imposti dalle Filiali, alle statistiche, ai risultati commerciali… la priorità è soltanto una: tornare a casa sperando di non essere, nella migliore delle ipotesi, denunciati dall’ennesimo cliente esausto di vedere così tanta approssimazione e poca professionalità. E’davvero questo il bene per Poste? Noi crediamo di no! Per quanto tempo ancora deve perdurare questa situazione imbarazzante?

 

Nel silenzio di un’Azienda sorda che sta evitando il problema, prendiamo atto delle numeriche presentateci proprio questa mattina ma, le stesse non rispecchiano quello che ci aspettavamo. Anzi, ci auguriamo che siano soltanto un piccolo anticipo, finalizzate ad un congruo inizio di seria risoluzione del problema carenza.

Palermo, lì 23 gennaio 2020

 

 

Il Segretario Regionale SLP Cisl Sicilia

Giuseppe Lanzafame

Allegato:

operatore allo sportello è un’esigenza del cliente e della categoria

I commenti sono chiusi.