trasferimenti-lavoro

TRASFERIMENTI: SIGLATO NUOVO ACCORDO SULLA MOBILITA’ VOLONTARIA NAZIONALE

12 APRILE 2016

Questa mattina, dopo le precedenti riunioni del 7 e 8 aprile u.s., SLP ha sottoscritto con l’Azienda Poste Italiane il nuovo accordo sulla mobilità volontaria nazionale.

L’accordo è molto simile a quello scaduto lo scorso dicembre. Tre sono le modifiche sostanziali introdotte rispetto al precedente:

• La vigenza è limitata a due anni (2016 e 2017);

• Le Parti si incontreranno entro il prossimo 15 maggio per provare a ridurre (per i vari livelli inquadramentali) il numero di graduatorie, oggi talmente elevato da limitare nei fatti le possibilità di trasferimento, soprattutto nei settori di staff;

• Vengono introdotte ulteriori causali di trasferimento in deroga per motivi di salute; in particolare danno diritto al trasferimento oltre quanto già stabilito in passato: o Le patologie (del dipendente, del coniuge, del convivente more uxorio e dei figli conviventi) per le quali si renda necessaria l’effettuazione di terapie salvavita; o Le patologie del figlio del dipendente (che risulti fiscalmente a carico almeno al 50%) inserite negli specifici Decreti Ministeriali richiamati nell’accordo e che diano luogo ad una invalidità riconosciuta di almeno l’85% (vedi elenco allegato).

Secondo quanto dichiarato dall’Azienda, con l’inserimento della suddetta novità per i figli, TUTTE le istanze pervenute negli anni scorsi e non accolte in quanto le patologie non rientravano nell’elenco di cui all’art. 41 del CCNL, potranno essere accettate consentendo il trasferimento del personale interessato. Infine l’Azienda ha dato disponibilità a discutere, in sede di rinnovo contrattuale, di mobilità tra le Società del Gruppo, argomento che era stato posto da tutte le sigle sindacali presenti al tavolo. Da registrare che Uil Poste e UGL non hanno sottoscritto il nuovo accordo.

In allegato il verbale di accordo.

VERBALE DI ACCORDO MOBILITà

0001 0002 0003 0004 0005 0006 0007

Lascia una risposta